I 12 migliori trucchi per migliorare il tuo tono come chitarrista

Comparte este artículo en

12 trucchi per migliorare il tuo tono di chitarrista, consigli per migliorare, sviluppare ed espandere le tue tecniche, risorse e stile come musicista.

Definire il nostro stile di chitarristi

Il nostro stile è la parte fondamentale del nostro tono. È un insieme di aspetti personali e soggettivi che costituiscono il nostro modo di suonare. Comprende i nostri gusti musicali e anche le nostre risorse tecniche. Non importa se usiamo una Les Paul o una Stratocaster, suoneremo come noi stessi.

In questa nota, trattiamo quelle tecniche e risorse per migliorare, sviluppare ed espandere il nostro stile, il nostro tono di chitarrista.

Per tutti i tipi di chitarristi e di qualsiasi livello

Questa nota è rivolta a coloro che cercano di ottenere il meglio da se stessi come chitarristi, indipendentemente dal loro livello o stile. Come migliorare la tecnica e curare i piccoli dettagli e come far sembrare il tuo strumento al meglio.

Come migliorare il tuo tono come chitarrista?

  • Ascolta nuove band, diversi stili di musica
  • Studia con diversi insegnanti
  • Suona a tempo
  • Suona su basi o basi musicali
  • Prenditi cura del tuo corpo, prenditi cura della tua mano
  • Buono e semplice, buono due volte
  • Fai cantare la tua chitarra
  • Registra te stesso quando possibile
  • Suona quante più chitarre puoi
  • Suona con diversi tipi di plettri e dita e diversi punti della corda
  • Prova diverse accordature
  • Studia teoria musicale

12 suggerimenti per migliorare il tuo tono come chitarrista

Ascolta nuove band, diversi stili di musica

Un musicista ampio e ricco è costantemente alla ricerca di nuova musica. Non è semplicemente ascoltarlo, ma analizzarlo, interpretarlo, capirlo. Ciò implica studiare, imparare canzoni da diversi chitarristi e persino altri strumenti. In questo modo assorbirai ogni tipo di nuove idee, tecniche, stili, concetti che verranno poi alla luce nel tuo stile, nel tuo tono, nel tuo modo di suonare, mantenendo un’evoluzione nel tuo tono, evitando così stagnazione e ripetizione di risorse e idee.

Sei quello che ascolti!

Studia con diversi insegnanti

In linea con il punto precedente, questo ti darà risorse diverse e ogni insegnante ha il suo stile. Puoi studiare con insegnanti di stili diversi, cioè con uno di Blues, uno di Rock, un altro di Jazz per espandere le tue risorse all’estremo. O se, al contrario, sei molto coinvolto in un universo, prova insegnanti dello stesso sesso ma con stili diversi. Sebbene ti consigliamo di provare esperienze con insegnanti di altri generi musicali, potresti rimanere sorpreso e sviluppare il tuo stile di fusione.

Suona a tempo

Il metronomo deve essere uno dei nostri migliori amici. Ma ci sono anche altre tecniche per migliorare il tuo tempismo e anche arricchire il tuo tono e il tuo stile.

Suona il basso, questo migliorerà il tuo tempo e ti darà nuove idee per fraseggio e arrangiamenti.

Un esercizio molto interessante è suonare il basso, un bravo bassista sa che la grancassa e il rullante sono i suoi dei, prova ad acquisire questo. Quando si suona con una band “come” il bassista, o semplicemente si esercita a casa, può avere risultati sorprendenti sul tempo di un chitarrista e, a sua volta, sul suo tono. Avrai migliorato la tua tecnica e potrai adottare risorse di basso per arricchire il tuo stile con nuove idee per frasi e arrangiamenti.

Le cose semplici suonate bene e puntuali suoneranno sempre meglio e ti daranno più concerti, che istrionici incontrollati.

Suona su basi o basi musicali

In questo mondo iperconnesso con piattaforme piene di strumenti di apprendimento, approfitta di tutte le basi musicali che YouTube ti fornisce. Questo ti permetterà di esercitarti a suonare le canzoni come se fossi in una band, migliorare la tua improvvisazione, anche migliorare il tuo tempo e sarà come incontrare persone dello stile musicale che desideri con un solo “gioco”.

Prenditi cura del tuo corpo, prenditi cura della tua mano

In genere siamo tutti d’accordo sul fatto che “il tono è nelle dita“. Ecco perché è importante prenderti cura di loro, delle dita, della mano e del polso. Ci sono anche musicisti professionisti che trascorrono molto tempo con il loro strumento che devono anche prendersi cura del loro braccio e della loro spalla.

Allunga e allunga i muscoli delle mani e delle braccia, anche la spalla se necessario. In questo modo eviterai di farti male e quindi interruzioni nei tuoi studi e nei tuoi progressi con lo strumento. Questo ti permetterà di migliorare il tuo suono come chitarrista in un modo più sostenuto e sano.

Buono e semplice, buono due volte

Qualcosa di semplice, ben suonato, che si capisce è sempre più efficace di qualcosa di troppo carico, esagerato che non si capisce o che non ha una ragione chiara d’essere.

Non significa che non puoi toccare cose complesse o “sporche”. Ma quello che fai assicurati che abbia senso e possa essere interpretato e compreso dal pubblico.

Le pause sono una parte importante, considerale sempre come una delle tue risorse più preziose, a volte esprimono più di una grande manciata di note suonate alla massima velocità. Le raffiche infinite possono sovraccaricare e saturare il pubblico e finire per perdere impatto.

Dovrebbe essere solo una storia, avere un’introduzione che culmina, uno sviluppo che racconta qualcosa e un epilogo che ha una fine. La musica è un’arte e deve generare sensazioni, rendere il tuo pubblico parte della tua storia.

Fai cantare la tua chitarra

Brian May e John Petrucci usano molto questo concetto. John spiega che da quando scrive i testi, gli viene naturale avvicinarsi alle melodie della chitarra come se fosse un cantante.

Migliorare il tuo tono come chitarrista: fai cantare la chitarra come fa Brian May

Da parte di Brian, spiega che gli piace ottenere un suono vocale dalla sua chitarra. Queste due forme cercano di far “cantare” la loro chitarra, in questo modo riescono a suonare in modo più melodico. Le melodie semplici, espressive e cantate sono spesso molto più stimolanti e memorabili di quelle inutilmente complesse. Sono quelli che il pubblico sceglie e vengono registrati nella loro mente, possono persino finire per essere usati per canzoni di corte.

Registra te stesso quando possibile

Approfitta dei progressi della tecnologia che hanno messo nelle nostre tasche un registratore audio e video di buona qualità, chiamato telefono cellulare. Utilizzando -o scaricando- un’applicazione appositamente preparata per la registrazione si possono ottenere ottimi risultati. 

Registrare le tue pratiche e prove ti aiuterà a trovare buone idee, opportunità di miglioramento, avere una visione più oggettiva, da cui potrai trarre vantaggio per migliorare la tua tecnica e il tuo tono.

Suona quante più chitarre puoi

Invece di studiare ossessivamente le specifiche di una chitarra in una brochure, su un annuncio di un negozio online o sul tuo forum di chitarra preferito, esci nel mondo reale e suona più gutiarra che puoi. Scoprirai nuove tonalità e dettagli che non conoscevi. Ti ispireranno a definire il tuo audio. Serviranno come riferimento per sapere dove ti trovi.

Vedrai tra la chitarra che suona regolare, quella che suona bene, quella che suona alla grande e quella che ti ispira cose nuove e non puoi smettere di suonarla. Inoltre, ogni particolare audio ti porta a suonare cose diverse, questo amplierà le tue risorse.

Suona con diversi tipi di plettri e dita e diversi punti della corda

Il materiale, lo spessore e la forma del plettro, il modo in cui lo tieni e colpisci la corda influenzano il tuo tono. Il caso più estremo è quello di Brian May che ha trovato il suo tono giocando con le monete da sei penny. Ma non devi essere così radicale. Prova scelte diverse, esplora audio e attacchi diversi.

Esplora anche la tastiera, vedrai che mentre suoni più verso il centro della corda, guadagni più corpo e calore mentre l’attacco diventa più morbido e dolce. Più suoni vicino al ponte, assume un attacco più metallico e brillante, mentre l’audio diventa più snello e luminoso.

Chi ha già suonato con le dita conoscerà la sensibilità e la dinamica uniche che questa tecnica consente. Inizialmente, si perde un po ‘di velocità. Ma l’espressività che ottieni suonando con le dita, ad esempio, puoi usare la più popolare tecnica Slap sul basso per ottenere audio vividi e potenti, puoi suonare dolcemente, raggiungendo climax unici.

Migliora il tuo tono come chitarrista: Jared James Nichols e il suo stile estremo.

Toccando con le dita si apre un nuovo universo che vale la pena esplorare. Ti permette anche di sentire di più la corda. Guarda lo stile estremo, pieno di dinamiche e colori diversi, del grande Jared James Nichols. Questo chitarrista è un eccellente modello di ruolo. Naturalmente, hai anche Mark Knopfler come un altro grande esponente di questo stile.

Prova diverse accordature

Uscire dall’accordatura standard non solo ti darà altro audio, ma può anche cambiare il tuo modo di suonare, dando vita a nuove idee.

L’accordatura in Mib è una pratica molto comune sia per avere una chitarra più morbida che permette di effettuare piegamenti o allungamenti più radicali o per ottenere toni più corposi con più sustain. Consente inoltre di utilizzare stringhe più spesse per la stessa scala.

Abbassando un semitono, la tensione sulla chitarra diminuisce, quindi la corda vibra più liberamente, questo riduce l’attacco, ma aumenta il sustain, il corpo e la profondità del tuo audio. Molti chitarristi Stratocaster come Jimmy Hendrix o Stevie Ray Vaughan lo hanno fatto, e abbiamo anche Slash come esempio di musicista che usa Les Paul.

Suonare con accordature alternative ti permetterà di ottenere altri audio e avere nuove idee. Keith Richards è un esempio di chitarrista che esce dall’accordatura standard, che gli ha permesso di ottenere quel tono molto personale per il quale lo riconosciamo oggi. Prova diverse accordature, sperimenta, potrebbero venire fuori nuove idee che ti sorprenderanno.

Keith Richards per migliorare il suo tono come chitarrista ha fatto affidamento su accordature alternative.

Studia teoria musicale

Questo ti permetterà di comprendere meglio il mondo musicale, trovando le relazioni tra note, scale e, lungi dallo strutturare il tuo stile, lo svilupperà, ampliando i tuoi confini musicali. Una buona base per studiare la teoria musicale è la piattaforma su cui puoi sviluppare tutto il resto.

Suona più chitarra per migliorare il tuo tono come chitarrista

Più che un consiglio, questa è la piattaforma fondamentale su cui dovrebbero basarsi tutti i punti precedenti per migliorare il tuo tono di chitarrista. È la pietra angolare su cui costruire il nostro tono. Il modo più veloce per suonare meglio è suonare meglio e il modo per suonare meglio è esercitarsi il più possibile.


Puoi condividere opinioni o chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o Facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.