Recensione Fender vs Gibson: caratteristiche, differenze e segreti

Recensione Fender vs Gibson: caratteristiche, differenze e segreti
Comparte este artículo en

Fender vs Gibson, Gibson vs Fender, i due più importanti marchi di chitarre, caratteristiche, differenze, segreti e più di due stili molto diversi.

Una rivalità storica: Fender vs Gibson

Fender è conosciuta come l’azienda che ha prodotto in serie le prime chitarre elettriche solid-body. Tuttavia, inizialmente, Fender era un produttore di amplificatori e Gibson aveva una lunga storia nella produzione di strumenti a corda, comprese le chitarre di tipo spagnolo.

Infatti, intorno al 1946, prima che Fender pubblicasse la sua prima chitarra, l’Esquire del 1950, Les Paul, un chitarrista popolare all’epoca, era venuto a Gibson con l’idea di realizzare chitarre elettriche solid body. Les Paul suonava con una chitarra solid body chiamata “the log” per evitare l’accoppiamento. Così, Gibson ha perso l’opportunità di essere il primo, considerandola un’idea assurda all’epoca.

Il produttore di amplificatori Leo Fender era sfuggito alla bancarotta prima di lanciarsi nella produzione di chitarre elettriche che potevano essere suonate con i suoi amplificatori. Così Leo, un ingegnere che non era un chitarrista, con un istinto di sopravvivenza imprenditoriale, iniziò a produrre in serie lo strumento che avrebbe cambiato per sempre la storia della musica, e soprattutto quella del Rock.

Fender vs Gibson: Stratocaster e Les Paul, differenze.

Due filosofie opposte

Le chitarre Fender sono state pensate come uno strumento di lavoro: facili ed economiche da realizzare, con un focus sulla funzionalità. Invece, Gibson ha sempre avuto una filosofia più artistica e di differenziazione, in cui erano strumenti decorati, focalizzati non solo sulla loro funzionalità, ma anche sul loro design ed esclusività.

Gibson ha sempre voluto essere uno strumento di massima eccellenza, con dettagli come bordi, piani intagliati, legni fiammati, intarsi a blocchi o trapezi in madreperla e colori nero e oro, che gli hanno conferito uno status differenziante.

Fender era la “Ford” delle chitarre. Ha mirato alla funzionalità e alla capacità di produrre in grandi volumi a basso costo. Quindi, le Fender sono chitarre imbullonate, a differenza di ciò che l’industria faceva a quel tempo, che consisteva nell’incollare il collo al corpo. In questo modo, non solo è possibile risparmiare molto tempo e fatica di produzione, ma è anche possibile sostituire le parti, sia per il gusto che per la riparazione. I corpi sono piatti senza legature.

Caratteristiche delle chitarre Fender e Gibson

Legni usati da Fender e Gibson

Fender vs Gibson: Telecaster e Les Paul, differenze.

Le chitarre Fender utilizzavano manici in acero monopezzo fino alla fine degli anni ’50, dove aggiunsero la tastiera in palissandro. Gibson utilizzano principalmente manico in mogano con tastiera in palissandro. Questa è una delle differenze più importanti tra i due marchi. L’acero è un legno duro con un audio più ricco nelle alte frequenze, mentre il mogano è più morbido caratterizzato dalla sua ricca ricchezza tonale nelle frequenze medie.

I corpi del Fender sono principalmente Alder, sebbene utilizzino anche Fresno in misura minore. Mentre i corpi Gibson sono proprio come i colli in mogano. L’ontano, come il mogano, è un legno tenero ricco di frequenze medie. Il mogano è solitamente considerato con più medi bassi e ontano o ontano con più alti medi in confronto. In ogni caso, va notato che il collo è considerato l’anima dello strumento. Cioè, la parte della chitarra che più influenza il suo tono.

Unione del collo e del corpo: articolazione del collo

La giunzione tra manico e corpo delle chitarre Fender è imbullonata, consentendo di scambiare corpo e manico per ottenere il tono desiderato o semplicemente per cambiarne uno difettoso. Dal lato Gibson, questi sono incollati, come tradizionalmente funzionava l’industria. Ciò influenza il modo in cui le vibrazioni vengono trasmesse attraverso l’intero strumento. Si ritiene che l’incollaggio dia più sostegno rispetto all’avvitamento. Tuttavia, le differenze sono spesso sottili e richiedono un orecchio altamente allenato per ascoltarle.

Fender e scala Gibson

Fender utilizza il 25,5 pollici -64,77- come scala principale, che è la distanza tra il capotasto o capotasto e il ponte dello strumento. Dal lato Gibson, la scala principale è 24,75 pollici -62,865 centimetri. In altre parole, le Gibson hanno una scala di quasi due centimetri. Questo ha un impatto sulla tensione delle corde, che è più bassa nelle Gibson, quindi hanno più sustain ma meno attacco, al contrario le Fender, avendo più tensione, hanno più attacco e meno sustain.

Fender e Gibson spaziatura dei tasti e delle corde e raggio della tastiera

Le chitarre Fender vintage utilizzano un raggio di 7,25″ che è più arrotondato. Questo è più comodo per suonare gli accordi, ma meno pratico per assoli e bending. La maggior parte dei Fender moderni ha un raggio di 9,5″, è un raggio che è ancora abbastanza arrotondato, ma è più amichevole per assoli e curve. Al contrario, Gibson utilizza un raggio più piatto che è di 12″. Questo è molto amichevole per gli assoli e il bending, ma non così adatto agli accordi. Tuttavia, la maggior parte dei chitarristi si adatta bene a tutti i tipi di radio, anche se possono avere una preferenza.

Misure ponte parafango.

La spaziatura delle corde Fender vintage è di 56 mm tra la prima e la sesta corda. I moderni Fender e Gibson sono dotati di un passo di 52,5 mm. I primi sono più simili ad uno strumento acustico, pratici per suonare con le dita, gli arpeggi, mentre la distanza più ravvicinata è migliore per il chitarrista elettrico tradizionale.

Infine, originariamente Fender utilizzava tasti piccoli, che influiscono sulla suonabilità in termini di velocità e piegature. Nel corso degli anni, Fender ha implementato tasti più grandi e queste differenze sono scomparse.

Pickup singlecoil vs pickup Humbucker

L’altra grande differenza tra il tono Fender e Gibson sono i pickup. Mentre entrambi i marchi inizialmente utilizzavano pickup single coil, quando Gibson utilizzava il P90. A partire dal 1857, apparve l’humbucker di tipo PAF progettato da Seth Lover, che finì di definire il tono di Gibbie. L’humbucker è un pickup dual coil che imita il tono del single coil. Tuttavia, gli humbucker sono pickup con più corpo, più potenza e meno luminosità rispetto ai single coil. Quest’ultimo fa risaltare maggiormente i pickup singlecoil per i toni puliti; mentre il design a doppia bobina li fa risaltare per suoni con più drive e overdrive.

Pickup single coil.

Fender vs Gibson, due stili ben differenziati

Fin dall’inizio, gli obiettivi e le filosofie di entrambe le società erano molto diverse. Come abbiamo detto, mentre Gibson ha sempre cercato eleganza e differenziazione, Fender ha cercato pragmatismo e valore. Quindi, possiamo vedere che Fender si concentra sull’essere uno strumento di lavoro pratico ed economico per il musicista; quando Gibson cerca di essere uno strumento unico con dettagli differenzianti.

Questa differenza si trova anche nel tono. Fin dall’inizio, Fender ha cercato la stessa chiarezza e definizione nel tono. Invece, fin dall’inizio, Gibson ha cercato calore nel suo tono. Infatti, Ted McCarty racconta che nel processo di sviluppo della Les Paul, hanno provato chitarre in acero, che erano “troppo rumorose e con troppo sustain”.

Tono Fender vs Gibson

Quindi, possiamo definire il tono Fender come un tono con un buon attacco, maggiore luminosità, dinamica, definizione e chiarezza. Mentre il tono Gibson, è un tono più caldo, medio, rotondo e con più sustain. Quindi per i suoni rock Gibson di solito funziona meglio, ma per suoni più puliti come pop, blues e funk Fender funziona meglio. Certo, è una questione di gusti e puoi suonare qualsiasi stile con entrambe le marche di chitarre.

Tutto è relativo, e così tanti chitarristi considerano la combinazione più versatile, una chitarra di tipo Stratocaster con un humbucker al ponte. O anche su una Gibson con pickup vintage di tipo PAF, che hanno meno uscite e audio scavato, si ottengono più suoni “Telecaster”.

Puoi condividere i tuoi pensieri su Fender e Gibson nella sezione commenti.


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *