Tasto standby dell'amplificatore: miti e verità

Comparte este artículo en

Oggi praticamente tutti gli amplificatori sono dotati di tasto Standby, ma non è sempre stato così, vi raccontiamo tutti i miti e le verità al riguardo.

Di Eric Jacobs (*)


Kit valvole ovunque

Vengo dal tempo in cui l'attrezzatura era a valvole, ma non intendo solo la chitarra. Voglio dire che a casa mia e in tutte, la radio e la televisione erano in onda. E c'erano centinaia di milioni sul pianeta.

Le valvole sono state progettate per questo tipo di applicazioni massicce e sono state classificate in due tipi principali: valvole di ricezione e valvole di trasmissione.

Quelle usate per i ricevitori (radio e televisione) erano ovviamente tutte valvole riceventi. Le valvole di trasmissione erano valvole più grandi con gestione di alte tensioni, correnti e potenza. Hanno gestito così tante sollecitazioni sulla piastra che per evitare archi nelle prese, il contatto piastra separato è stato posizionato sul cappuccio della valvola.

Scheda di controllo Fender Tweed con il suo tasto standby


Ci sono valvole per chitarra?

Non ci sono valvole per chitarra, sono state adottate solo valvole di ricezione per implementare apparecchiature di amplificazione per chitarra elettrica. L'uso rese popolare alcune valvole come la 12AX7 per i tubi pre e 6BQ5 o EL84, EL34, 6V6 ecc. per lo stadio di potenza.


Stripping del catodo e tasto Standby

Nelle valvole di trasmissione è necessario riscaldare il catodo prima di applicare tensione alla piastra per evitare l'effetto noto come "strippaggio del catodo" che significa spogliare il catodo. Il catodo è un tubo rivestito con una sostanza che facilita l'emissione di elettroni quando riscaldato. L'applicazione di alta tensione alla piastra con il catodo freddo fa sì che parti di questa sostanza depositata vengano letteralmente strappate via dal campo elettrico della piastra. Ma perché ciò avvenga, è necessario un campo elettrico di 40MV / m. Sì! 40 milioni di volt per metro. Se lo calcoliamo per millimetro, sarebbe mille volte meno o 40mila Volt.

La tensione massima della piastra nelle apparecchiature per chitarra raramente supera i 500 V. Stiamo parlando di un campo +100 volte inferiore a quello necessario per produrre lo strippaggio del catodo. Quindi non esiste in alcun modo tale pericolo. E la prova è che i milioni di dispositivi audio, radio e televisivi domestici non hanno mai avuto una chiave di standby

Nemmeno i televisori con tubo catodico per l'immagine, che avevano 15000V sulla lastra, non si sono nemmeno avvicinati a causare lo stripping del catodo.


Perché Fender ha introdotto il tasto standby?

La risposta è un po 'lunga e merita di per sé un articolo completo. Ma una delle spiegazioni più convincenti è che Fender l'ha introdotto perché i condensatori elettrolitici nella sorgente stavano esplodendo, il che è probabile perché se guardi l'interruttore non lascia che i condensatori si carichino fino a quando il rubinetto non viene chiuso. Avendo apparentemente le valvole calde, la corrente delle stesse abbassa la tensione di + B a causa del suo consumo e che proteggeva i tappi. Se sei interessato ad approfondire l'argomento lo puoi vedere nei miei video sul sito noujautronica.com.ar.

Scheda di controllo Fender Bassman con il suo tasto standby


Tutti i produttori usano il tasto Standby nei loro amplificatori?

Altri produttori come Peavey e Mesa Boogie non hanno utilizzato il tasto Stand-by nei loro amplificatori per molto tempo, ma hanno finito per cedere alla pressione dei musicisti che lo richiedevano. Ovviamente tutti quelli che hanno clonato Fender lo hanno ovviamente copiato.


Il tasto Standby e l '"avvelenamento del catodo" o avvelenamento del catodo

Peavey spiega che non solo non è davvero buono per nulla, ma produce un altro fenomeno quando una squadra rimane in STBY troppo a lungo. L '"avvelenamento del catodo", o avvelenamento del catodo, è una trasformazione chimica nel materiale del catodo che ne provoca anche l'esaurimento. In questo modo, può compromettere le prestazioni dell'amplificatore.


(*) L'autore è il rinomato produttore di amplificatori, pedali e altri prodotti “Jake Amps”.

Fonte: sito web Noujautronica di Eric Jacobs

Puoi anche unirti al gruppo Facebook di Eric qui.


Puoi condividere opinioni o chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o Facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.