Come e quando dobbiamo usare un pedale tamponato

Comparte este artículo en

Di Eric Jacobs (*)

I pedali possono essere True-by-pass (TBP) o con Buffer. Mentre si cerca un TBP in modo che il tono non sia influenzato, a volte, per ottenerlo, è necessario avere un pedale buffer. In questa nota vi diciamo come e quando è necessario utilizzare un buffer.


Cos'è un buffer?

Un Buffer è un amplificatore a guadagno unitario con risposta in frequenza piatta. In altre parole, non amplifica (0dB) né cambia la tonalità. E allora a cosa serve? Cosa serve?


Utilità buffer

Il punto è che ci sono situazioni in cui l'impedenza di uscita di un dispositivo – chitarra, basso o pedale – non è sufficientemente bassa da non essere influenzata dall'impedenza di ingresso dello stadio successivo.

In generale, quando si tratta del segnale, dobbiamo sempre mantenere un rapporto da 10 a uno o maggiore, ovvero l'impedenza di ingresso è 10 volte maggiore dell'impedenza di uscita. Questo è per i segnali bassi, cioè quelli che vengono gestiti tra la chitarra e l'ingresso dell'amplificatore o il loop degli effetti.

Per l'uscita dell'amplificatore a cui è collegato l'altoparlante, abbiamo grandi grandezze di tensione e corrente, quindi il criterio è diverso e nelle valvole dobbiamo gestire un'impedenza adattata, questo significa che l'uscita e l'impedenza di carico sono uguali. Ad esempio, un'impedenza di uscita dell'amplificatore 8 ohm e anche un'impedenza del diffusore 8 ohm.

Pedaliera con pedale tampone.

Ma i buffer sono usati esclusivamente con segnale basso e hanno un'alta impedenza di ingresso e una bassa impedenza di uscita. Quindi consentono di risolvere situazioni in cui la regola del 10 a 1 sopra menzionata non è soddisfatta.


In quali casi o situazioni ho bisogno di un buffer?

Ad esempio, una chitarra con microfoni passivi può avere un'impedenza dell'ordine di 8Kohms e l'impedenza di un pedale può essere compresa tra 200 e 500Kohms, quindi in questo caso non è necessario un buffer. Ma quando si abbassa il volume della chitarra dal suo potenziometro, l'impedenza della chitarra aumenta, potendo arrivare fino a 100K in single coil o 200K in un humbucker quando siamo al 50% del volume, il che sarebbe il caso peggiore.

In queste condizioni, la regola del 10 a 1 non è soddisfatta ed è qui che notiamo principalmente la perdita degli alti. Questo può essere compensato utilizzando la tecnica Treble Bleed, ma è sensibile alla lunghezza del cavo e all'impedenza del primo pedale attivo.


Il Wah-wah

Interleaving un buffer qui è la soluzione a questo problema, ma va notato che il wah non funzionerà allo stesso modo in quanto l'induttore wah non ha una relazione diretta con l'induttanza del microfono. Questo è il motivo per cui i wah non rispondono allo stesso modo con la chitarra con microfono attivo. La soluzione quindi è usare un wah tamponato o mettere un buffer dopo il wah.


La peluria vintage

Un pedale fastidioso è il fuzz di tipo vintage. Il design di questi pedali presenta una bassa impedenza di ingresso e un'alta impedenza di uscita (a seconda della posizione del potenziometro del livello di uscita). Questo è qualcosa che il tecnico di Jimi ha risolto posizionando un buffer prima e dopo il Fuzz Face per correggere l'instabilità di questo pedale.

Pedaliera.

Troppi pedali

Un'altra situazione in cui potrebbe essere necessario un buffer è su una pedaliera con molti pedali in cui sperimentiamo cambiamenti di livello significativi in diverse combinazioni di pedali. In generale, verrà risolto mettendo un buffer di input, ma potrebbe essere che il problema si verifichi con un particolare pedale a cui dovremo eseguire il buffer.


Il true by pass non è sempre il migliore

Come vediamo il TBP non è sempre la risposta ai nostri problemi. I pedali bufferizzati includono un buffer che è sempre presente, indipendentemente dal fatto che il pedale sia attivo o inattivo. Ma possiamo anche usare buffer che non hanno alcun effetto aggiuntivo, o booster impostati con guadagno unitario, sebbene questi possano colorare, nel bene o nel male, secondo i gusti.


(*) L'autore è il rinomato produttore di amplificatori, pedali e altri prodotti “Jake Amps”.

Fonte: https://www.noujautronica.com.ar/blog/author/Eric-Jacobs


Puoi condividere opinioni o chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o Facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.