PRS S2 Standard 24 recensione: Paul Reed Smith di seconda categoria?

PRS S2 Standard 24 recensione: Paul Reed Smith di seconda categoria?
Comparte este artículo en

Di Federico Valle

PRS S2 Standard 24, è una chitarra elettrica della serie intermedia di Paul Reed Smith Guitars, che in linea con la tradizione PRS, non sacrifica le prestazioni.

Caratteristiche e differenze della serie S2 rispetto a PRS Core

La serie S2 combina una chitarra di fabbricazione americana con pickup, elettronica e hardware coreani. Pertanto, questo strumento è prodotto nello stabilimento del Maryland, lo stesso che produce la serie Core. A differenza della linea Core di PRS, utilizza una finitura di vernice più economica. Inoltre, le chitarre S2 utilizzano tavole di mogano più sottili, con complementi sulla paletta e sul tallone per completare lo spessore richiesto, mentre le chitarre PRS Core utilizzano un unico pezzo di legno di risonanza.

Collo di un PRS S2

Un’altra differenza con il Core è che il PRS S2 ha un corpo più sottile con parti superiori piatte. Invece, il PRS Core ha un corpo più spesso e usa tappi terminali intagliati. Inoltre, i PRS Core di solito hanno piani in acero fiammato spessi che sono molto costosi.

Infine, l’hardware, l’elettronica e i pickup delle chitarre S2 sono prodotti in Corea, dove producono la linea SE -Student Edition-. I design dei pickup, dell’elettronica e dell’hardware sono gli stessi del Core e hanno uno standard qualitativo molto elevato.

Qualità e robustezza di PRS S2 Standard 24

Oltre ad essere una linea intermedia e moderatamente accessibile, il prezzo di questo modello PRS S2 Standard 24 si aggira intorno ai 1.400 USD nei negozi online statunitensi, è pur sempre uno strumento made in USA. Pertanto, i legni e la qualità costruttiva sono americani e PRS. In poche parole, questa chitarra ha una qualità eccezionale.

I dettagli di finitura sono impeccabili. Il coronamento dei tasti, come tutto il resto, è eseguito alla perfezione. Mentre i pickup della chitarra si comportano più che decentemente, è l’unico punto che mostra una chiara area di miglioramento, ma senza dubbio può essere suonato perfettamente senza cambiare nulla, che rimarrà uno strumento di ottima qualità.

Hardware ed elettronica Paul Reed Smith S2

Come abbiamo già visto, l’hardware della chitarra ha lo stesso design dei modelli Core. Funzionano perfettamente. I pioli e il tremolo sono molto precisi.

L’hardware è in nichel, i piroli PRS Low Mass. Il ponte è un design tremolo/vibrato proprietario PRS.

Legni e specifiche della chitarra PRS S2 Standard 24

Corpo della chitarra

Il corpo della chitarra PRS S2 Standard è realizzato in mogano e ha un top piatto e un design molto ergonomico. È molto importante sottolinearlo, poiché è normalissimo che chitarre non top di gamma utilizzino legni economici alternativi al mogano.

Manico della chitarra

Il manico della chitarra è realizzato in Mogano con fondo in Palissandro Indiano -Indian Rosewood-, ed ha le stesse caratteristiche della linea PRS Core. La classica presa PRS consente il pieno accesso ai tasti più alti anche al 24°.

Il profilo della tastiera secondo le specifiche del venditore è “Wide Fat”, mentre quelle attuali hanno il “Regular Pattern”. Entrambi i profili sono molto simili con una piccola differenza all’altezza del capotasto, dove il “Wide Fat” è leggermente più largo. Il “Wide Fat” è un profilo simile al Fender “Profile C”. È un manico di chitarra che ha una spalla bassa, che non lo fa sembrare spesso.

Il raggio della tastiera della chitarra è di 10″ e viene fornita con tasti Medium Jumbo. La corona e ogni dettaglio sono realizzati con un eccellente livello di dettaglio. La suonabilità del manico è impeccabile, è qui che si nota meno la differenza con un PRS Core.

La chitarra è rifinita in Antique White, ha una grande risonanza e volume. Onestamente, mostra una qualità straordinaria.

Somiglianze con la Gibson SG

Per dimensioni, design e posizionamento dei pickup, questa chitarra è molto simile a una Gibson SG. Ha solo una scala di 25 ″ invece della più comune scala Gibson di 24,75 ″, che non sembra una grande differenza. Alcune orecchie altamente allenate possono sentire un po’ più di Attack su PRS e un po’ più di Sustain su SG, ma non sono differenze significative. Laddove si discosta dalla classica SG, è nei pickup che sono molto diversi dalla Gibson 490 o dal Classic ’57 che di solito si trovano nella SG. Sebbene sia possibile ottenere suoni SG, questo modello è davvero una via di mezzo tra l’audio Gibson e Fender.

Pickup PRS «S»

Questo modello monta l’ 85/15 S, che è la versione coreana dei primi pickup di Paul Reed Smith, l’ 85/15. La «S» indica che sono Pickup della linea «Student»: S2 e SE. Sono pickup con molta potenza, specialmente per coloro che sono abituati a pickup vintage. Ovviamente sono divisibili. Hanno un ottimo livello di alti, sarei incoraggiato a dirlo un po’ troppo, ma niente che il potenziometro del tono non risolva. Infatti, sulla mia chitarra, il controllo di tono è normalmente impostato tra 6.5 e 7. Questa caratteristica permette di ottenere toni con la classica luminosità Fender, non solo in modalità splite, ma anche in modalità humbucker.

Quindi, ho risolto quell’eccesso di alte frequenze abbassando un po’ l’altezza dei pickup e impostando il tono della chitarra al livello 6/7. Nel caso volessi una definizione e una brillantezza in più, non mi resta che alzare il tono. Invece, per ottenere toni tipo Gibson ho impostato il tono su valori compresi tra 5 e 6.

Tremolo e foto del pickup del PRS S2 Standard 24.
Tremolo e foto del pickup del PRS S2 Standard 24.

I pickup: il tallone d’Achille dell’S2

Vale la pena chiarire che i pickup della chitarra funzionano bene. Il fatto è che, date le eccezionali prestazioni dell’intera chitarra nel suo insieme, i pickup sono l’unico punto in cui senti che potrebbe valere la pena di essere aggiornato. Nel mio caso, pur essendo uno che cerca sempre di migliorare le mie chitarre elettriche cambiando i Pickup, essendo pickup con caratteristiche totalmente diverse rispetto al resto delle mie chitarre elettriche, le ho tenute per preservare un tono diverso. In caso di modifica, lo farei solo per altre PRS, della linea Core, per mantenere l’essenza della chitarra PRS. Ma perfettamente, potresti cambiarli con pickup per chitarra di tipo PAF per ottenere una chitarra simile alla SG, ma più ergonomica.

In breve, i pickup per chitarra sono un’opportunità di miglioramento. Tuttavia, svolgono molto bene il loro lavoro. Hanno una buona definizione, rimuovendo gli acuti in eccesso, con il controllo di tono è possibile ottenere un tono equilibrato nelle frequenze. Pertanto, puoi lasciare i pickup originali e la chitarra funzionerà ancora alla grande.

Custodia per chitarra invece di custodia rigida

Le chitarre della linea S2 invece di portare custodie rigide come le chitarre PRS Core, vengono fornite con custodie per chitarra di alta qualità.


È una vera chitarra Paul Reed Smith o no?

Indubbiamente, l’essenza della chitarra PRS risiede nei suoi standard di eccellenza di qualità e nei suoi attraenti top in acero fiammato intagliato “Ten Top”. Quindi, la risposta è sì e no. La qualità costruttiva è straordinaria, è PRS. Tuttavia, ha hardware, elettronica e pickup asiatici, di buona qualità, ma inferiori a quelli del PRS Core. Infine, non è nemmeno all’altezza del concetto tradizionale dell’aspetto sgargiante delle chitarre PRS. Pertanto, se parli di una chitarra Paul Reed Smith pura e dura, questa chitarra viene tralasciata. Tuttavia, come abbiamo già visto, la qualità dello strumento è molto alta e si può entrare nel mondo PRS con questo S2 Standard.

Conclusione e parere dello standard PRS S2 24

In generale, dopo averla utilizzata per diversi mesi, posso dire che la chitarra Paul Reed Smith S2 Standard 24 è un ottimo strumento musicale. Sebbene per il fondamentalista del marchio non soddisfi alcune delle sue caratteristiche principali, ovvero l’estetica stravagante con imponenti piani fiammati, con una forma intagliata e colori sorprendenti; La S2 Standard 24 è una chitarra elettrica PRS sobria e senza fronzoli. Quindi per quelli di voi che sono abituati a suonare le chitarre Fender come me, questo non sarà un problema. In effetti, per me la chitarra nel design e nel colore è semplicemente bellissima. Tuttavia, per un fan di PRS è lontano da quello che si aspetta da una chitarra di marca Paul Reed Smith. Ma questa chitarra è destinata agli acquirenti non tradizionali di Paul Reed Smith, con un budget più limitato e/o focalizzato sulla funzionalità dello strumento.

Sebbene la chitarra abbia un manico in mogano, i suoi pickup luminosi consentono un tono brillante e definito da un manico in acero e quando il controllo del tono è chiuso offre un audio simile a quello di una Gibson SG. Questo rende questa chitarra elettrica Paul Reed Smith uno strumento di lavoro super versatile ed efficace.

La sua qualità costruttiva è eccellente; solo i pickup della chitarra hanno una performance regolare. La mia conclusione è che è un’ottima opzione per accedere a una chitarra PRS a un prezzo accessibile, sacrificando l’estetica scioccante delle chitarre PRS Core.

Hai provato qualche PRS S2? Qual è stata la tua esperienza?

Se vuoi sapernSe vuoi saperne di più, visita il sito PRS Guitars.


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *