Pedale equalizzatore per chitarra: tutti i suoi usi e trucchi

Pedale equalizzatore per chitarra: tutti i suoi usi e trucchi
Comparte este artículo en


Il pedale equalizzatore per chitarra -Eq- è un pedale fondamentale e versatile. Molte volte dimenticato o ignorato, il pedale dell’equalizzatore ci consentirà un maggiore controllo sul nostro audio regolandolo e modellandolo in modo preciso e ampio.


Cos’è un pedale equalizzatore per chitarra?

Un pedale equalizzatore per chitarra elettrica è un dispositivo per regolare correttamente l’equalizzatore, cioè le frequenze del suono, permette di amplificare e attenuare le diverse frequenze come basso, medio basso, medio, alto e medio alto o anche di più.


Come utilizzare un pedale equalizzatore Eq per chitarra?

Può essere utilizzato in diversi modi e per diverse funzioni:

  1. Ti consente di modellare e regolare l’audio controllando le frequenze.
  2. Puoi usarlo come amplificatore di volume -volume booster- o overdrive, puoi usarlo per avere diversi audio e suoni con una singola chitarra.
  3. Serve a correggere l’acustica dell’ambiente quando si suona in posti nuovi, eliminando i feedback indesiderati.


E gli EQ della mia chitarra e del mio amplificatore?

Perché usare un pedale EQ per chitarra elettrica se puoi equalizzare dall’amplificatore e dalla chitarra? L’EQ utilizzato da amplificatori e chitarre è passivo, ciò significa che taglia le frequenze ma non può aggiungere. Pertanto, se hai una frequenza in eccesso, puoi tagliarla a tuo piacimento. Ma nel caso in cui manchi di una certa frequenza non puoi aggiungerne altre. È qui che entrano in gioco gli EQ attivi come quello sullo stompbox. Questi possono aggiungere una certa frequenza e contemporaneamente tagliarla.

Un altro vantaggio dei pedali equalizzatore per chitarra elettrica è che gestiscono una maggiore ampiezza di frequenze e con maggiore precisione e maggiore focalizzazione. Gli amplificatori, solitamente a due o tre bande, hanno una portata limitata e meno precisi. Sul lato EQ della chitarra, il tono è un “trimmer” o “attenuatore” delle alte frequenze.

Infine, un’altra opzione che consentono è di cambiare il loro posto nella catena audio, in questo modo cambiano il modo di incidenza nel nostro tono, il che ti consente di ottenere cose diverse a seconda di dove lo metti.

Immagine Grafico Equalizzatore Pedale MXR Ten Band Eq
Immagine Pedale equalizzatore per chitarra Graphic MXR Ten Band Eq


I migliori pedali equalizzatore

I migliori pedali dell’equalizzatore sono quelli che offrono più bande di equalizzazione della frequenza (EQ) pur avendo livello o volume e guadagno. Questi danno una maggiore versatilità e funzionalità.

Quando si tratta di prestazioni, funzionalità e caratteristiche del pedale, i migliori pedali EQ per chitarra elettrica sono il pedale equalizzatore grafico MXR Ten Band Eq che presenta dieci bande di frequenze, volume e guadagno e il pedale EQ parametrico per chitarra elettrica Empress ParaEq. con boost.

In ogni caso, ti consigliamo sempre di provare i prodotti, sia che si tratti di un pedale equalizzatore o di una chitarra elettrica e di farti la tua opinione, poiché c’è sempre il fattore soggettivo. Pertanto, indipendentemente da quale pedale equalizzatore per chitarra elettrica raccomandano, per sapere qual è il miglior pedale di equalizzazione, è importante che tu sappia anche cosa stai cercando e cosa ti serve per vedere quale di loro soddisfa meglio le tue esigenze.


I pedali equalizzatore più economici

Tra i pedali equalizzatore più economici puoi trovare il pedale equalizzatore grafico Behringer Eq700, il Joyo JF-11 e il Mooer Graphic G. Nel caso del Behringer, è una copia del Boss GE-7, che ha sette bande di equalizzazione e livello del volume -Level-. Mentre il Joyo e il Mooer hanno solo cinque bande di equalizzazione. Tutti questi pedali equalizzatore hanno un prezzo molto competitivo e possono essere trovati in qualsiasi negozio o rivenditore online.

Se puoi allungare il tuo budget per il pedale equalizzatore per chitarra elettrica, ti consigliamo di scegliere il pedale equalizzatore grafico Boss GE-7 Equalizer Eq che ha una costruzione robusta.


Tipi di pedali equalizzatore

Esistono due tipi di pedale dell’equalizzatore, l’equalizzatore parametrico e l’equalizzatore grafico.

Nella parametrica scegli la frequenza, la sua ampiezza e il livello. Mentre il grafico è quello che ogni banda di frequenza ha il proprio livello di regolazione.

Puoi anche classificarli in base ai vantaggi. Sono disponibili pedali equalizzatore con cinque bande di frequenza fino a dieci bande. Alcuni hanno solo la gestione della banda e altri aggiungono altri controlli o funzioni come volume, guadagno e persino booster.

Il pedale equalizzatore è un accessorio per chitarra elettrica che non può mancare nella tua pedaliera se stai cercando di avere il controllo del tuo tono e la versatilità di audio e suoni che puoi ottenere dalla tua chitarra elettrica.


Pedali equalizzatore in offerta su Amazon Spagna:


Usi e trucchi del pedale equalizzatore


1) Regolazione del tono e modellatura con il pedale dell’equalizzatore

L’utilizzo principale del pedale dell’equalizzatore è correggere il tono e il suono della chitarra, dei pedali o persino dell’amplificatore. Ad esempio, se ritieni che il tuo amplificatore o chitarra manchi di “corpo” o manchi di bassi o medi, puoi aggiungere bassi o medi ad essi. Può anche succedere che tu voglia più luminosità o presenza, con il pedale dell’equalizzatore puoi correggerla facilmente. Puoi persino modificare tutte le frequenze contemporaneamente e nel senso che desideri.

Dipende da dove lo metti nella catena del suono, influenzerà in modi diversi. la tua chitarra a tuo piacimento quando la metti davanti alla catena del pedale, cioè subito dopo la chitarra. Serve anche a modellare il tono dei tuoi pedali come un overdrive se lo metti dopo uno.


Esempi di regolazioni e modellazione del tono:

A volte la Gibson Les Paul può essere sopraffatta dalla sua grande ricchezza di medi e bassi, così come di alti rotondi, specialmente quando si suona un audio pulito. Puoi ottenere un suono più percussivo, definito e dinamico, come una Gibson Les Paul vintage, tagliando i medi – e se vuoi anche i bassi – e aggiungendo gli alti. Questo lo farà suonare più Scooped, più simile all’audio di una Fender Telecaster.

Le Fender Stratocaster hanno spesso un audio ben definito e voler aggiungere unità al tuo audio può sembrare un po ‘carente di corpo. Quindi quello che puoi fare è aggiungere mezzi – e se vuoi o hai bisogno, anche serio. Ciò compenserà la mancanza di medi e / o bassi e otterrà un suono ideale per suonare con molta saturazione.

Foto di Boss Equalizer GE-7 (a sinistra) e Maxo Graphic Equalizer GE601 (a destra)
Foto dei pedali Boss Equalizer GE-7 (sinistra) e Maxo Graphic Equalizer GE601 (destra)


Suggerimenti per modellare il tono del pedale EQ:


– Simulatore di pickup

Ci sono pedali multieffetto per chitarra elettrica che dispongono di simulatori di pickup. Lo fanno cambiando l’equalizzazione dell’audio tramite equalizzatori e cambiando il livello di uscita. Questo è esattamente ciò che possono fare i pedali EQ che hanno un controllo “Level”.

Ad esempio, per la simulazione di pickup single coil -usando Humbucker o P90-, quello che fanno è tagliare “Level”, Middle e Bass e aggiungere Treble. Questo ti dà l’uscita Singles e l’EQ.

D’altra parte, il simulatore di pickup Humbucking – utilizzando Singlecoils – aggiunge Bass e Mid, e aumenta l’uscita – “Level” -.

In questo modo, puoi avere due audio molto diversi sulla stessa chitarra. Usando una chitarra con pickup P90s, puoi passare al classico audio Singlecoil semplicemente attivando il pedale EQ.


– Crea ambienti con audio “rari” come “chitarra medievale” o “effetto telefono”

Puoi anche usare il pedale dell’equalizzatore per ottenere un audio “folle”, ideale per le introduzioni con la sola chitarra, in modo da ottenere un suono di chitarra elettrica “strano”, “ritagliato” che richiede una risoluzione, che risolvi spegnendo il pedale. il tempo in cui l’intera band entra e genera una sorta di “Explosion”.

Il primo è ricreare un audio di tipo “vintage” o “chitarra medievale”. Questo viene fatto abbassando i medi al minimo e alzando i bassi e gli alti al massimo. Puoi aggiungere tonnellate di riverbero che creeranno un ambiente migliore che attirerà le teste e suonerà comunque chiaro e non ingombrerà dato il taglio medio.

Il secondo è ricreare l’effetto “telefono” con la chitarra elettrica, quell’audio medio e nasale. Ciò si ottiene lasciando le frequenze medie e medio / alte a livello zero e abbassando tutte le altre frequenze, basse, alte e medio / basse. Ideale per ottenere un audio muto e mirato. Quando disattivi il pedale, la tua chitarra suonerà piena, ricca ed esplosiva.

Mooer Graphic G Mini Graphic Equalizer Pedal


2) Booster o Overdrive con pedali equalizzatore

Come abbiamo già detto, la maggior parte dei pedali o equalizzatori hanno il livello “Level” o Volume. Ciò consente di aumentare l’uscita del pedale senza modificare l’EQ del segnale. In questo modo puoi usarlo come Booster.

Mentre puoi alzare il volume puoi aumentare il guadagno delle frequenze medie, come gli overdrive classici come l’Ibanez Tube Screamer o il Boss Superoverdrive SD-1. Questi Overdrive mettono in risalto i medi sopra le altre frequenze che portano la chitarra in primo piano nel mix.


Pedali equalizzatore per chitarra e basso offerte in Amazon Spagna:


Trucchi per l’utilizzo di Booster o Overdrive

Potresti volere che il tuo livello e la tua guida rimangano stabili, indipendentemente dalla chitarra che usi. In questo modo, se passi da una chitarra con Humbucker a una con Singlecoils, puoi attivare l’Equalizer Pedal con un “Level” extra che compensa la differenza di uscita di entrambe le chitarre, senza la necessità di regolare il resto del tuo set-volume di chitarra, guadagno e / o volume dell’amplificatore e dei pedali.

Esistono amplificatori il cui amplificatore di potenza non reagisce all’aumento del segnale aumentando il volume, ma aumenta invece la distorsione. In questi casi, quello che si può fare è utilizzare l’audio dell’amplificatore come “Boost”. Con il pedale si abbassa il “Livello” sotto lo zero o si abbassa leggermente l’intera curva EQ. In questo modo facciamo in modo che con il pedale acceso abbiamo il nostro audio “non potenziato”. In sintesi, con il pedale acceso avremo il nostro audio di base, e con il pedale spento, avremo il nostro audio “Lead”.

Immagine del pedale EQ parametrico Empress ParaEq con Boost
Immagine del pedale EQ parametrico Empress ParaEq con Boost


3) Regolazione dell’acustica ambientale con il pedale dell’equalizzatore

Il terzo utilizzo del pedale EQ è quello di correggere l’acustica dell’ambiente in cui suoni. Può capitare di cambiare stanza o suonare in un luogo che reagisce in modo diverso alle diverse frequenze che genera feedback indesiderati. Assorbe o filtra le frequenze in misura maggiore o minore. In questo modo, la tua impostazione potrebbe richiedere una regolazione. Invece di dover modificare le impostazioni dell’amplificatore, dei pedali o persino della chitarra, puoi utilizzare il pedale EQ per correggere tali modifiche.


Come puoi vedere, il pedale equalizzatore è un pedale molto utile e versatile che ti consente di ottenere il meglio dal tuo set. Correggendo “chirurgicamente” un eccesso o un difetto di frequenze attraverso il modellamento del segnale, o dando una molteplicità di toni diversi alla tua chitarra usando il trucco del “simulatore di pickup“, o anche usandolo come un “booster personalizzabile o overdrive” , o, infine, usalo come strumento di regolazione audio globale per correggere le modifiche nei guadagni dei pickup / microfoni delle diverse chitarre che usi o correggere l’acustica dell’ambiente in cui suoni, eliminando o riducendo i feedback indesiderati.


In che punto della catena audio devo posizionare il pedale dell’equalizzatore?

Dipende da dove lo metti nella catena audio, influenzerà in modi diversi. Se lo posizionate prima della catena del pedale, cioè immediatamente dopo la chitarra, influenzerà il tono dello strumento e il suo effetto sul resto dei componenti della catena sarà diluito. Questa è la posizione giusta per quando vuoi modificare il tono della tua chitarra, per fare il trucco del simulatore di pickup o per il gain booster o l’overdrive.

Puoi modellare il tono dei tuoi pedali come un overdrive, se lo metti dopo uno, puoi modellare il tono dell’overdrive. Anche in questo luogo può essere usato come amplificatore di volume, purché la tua attrezzatura abbia abbastanza headroom, altrimenti saturerà maggiormente lo stadio del preamplificatore.

Puoi anche metterlo nel loop degli effetti per la modellazione, colorando il tono dell’intera catena sonora.


I migliori prezzi dei pedali equalizzatore in Amazon Spagna:


Frequenze e influenza sul tuo tono

Di seguito una breve descrizione di ciascuna delle bande di frequenza di uno dei pedali più popolari, il Boss GE-7:

Boss-GE7-bande di equalizzazione per chitarra


Basse o basse frequenze

I suoni dei bassi vanno da 16 Hz a 256 Hz.

  • 100 Hz queste frequenze conosciute come Bassi bassi poiché sono le frequenze più basse all’interno delle frequenze basse, vale la ridondanza. Questa banda di frequenze dà corpo al suono e maggiore ampiezza tonale, ampliando la gamma di frequenze coperte dai nostri strumenti. Sono utilizzati maggiormente su suoni puliti in cui il rischio di clipping audio è basso. Viene anche utilizzato per correggere l’audio smorzato e / o il feedback sulle chitarre acustiche abbassandole.
  • I 200 Hz chiamati Soft bass sono usati per aggiungere calore al tono aggiungendoli o per dare chiarezza riducendoli.
  • 400 Hz conosciuti come Hard bass, sono utili per dare più presenza al nostro strumento nelle parti ritmiche.

La riduzione di queste frequenze serve ad eliminare il feedback in acustica.


Medie frequenze

I mezzitoni sono quelli che vanno da 256 Hz a 2 kHz.

  • 800 Hz. I medi bassi ci consentono di ottenere audio più aggressivi, che aiutano a entrare nel mix. Questa è una delle zone fondamentali degli overdrive classici, come Tube Screamer. Giocando con queste frequenze è possibile ottenere audio nasali o “vuoti”.
  • 1,6 kHz. Questi sono i medi superiori, quelli che risaltano di più nel mix sonoro con altri strumenti. Migliorano l’attacco alla corda e danno presenza. Questa è la banda di frequenze che compete con la voce da -1KHz a 2,5kHz-, con la quale bisogna stare attenti.


Alte o alte frequenze

Questi vanno da 2000 Hz o 2,0 kHz in su.

  • 3,2 kHz. gli alti “medi” sono usati per ottenere definizione e chiarezza nell’audio.
  • 6,4 kHz. gli alti “alti” noti come High-end sono ideali per dare all’audio di una chitarra un’ampiezza maggiore, facendogli coprire una banda di frequenze più ampia. 


I pedali EQ più popolari


Boss GE-7 Equalizer Pedal

L’abbiamo già chiamato, un classico. Chitarristi famosi come John Mayer, Alex Trimble, Josh Homme l’hanno usato qualche volta nella loro carriera.

Pedale equalizzatore DOD FX40B

I DOD hanno sempre una buona scelta per qualunque cosa sia, e questa non fa eccezione. Chitarristi famosi come Tom Morello degli Audioslave l’hanno usato ad un certo punto della loro carriera.

MXR Ten Band Eq

Questo è uno dei pedali più sofisticati sul mercato.

EQ grafico MXR a 6 bande

Questo è il fratello minore del Ten Band Eq, più semplice.

Boss EQ-20

Boss presenta diverse opzioni, questa è una delle più potenti, con dieci bande e banchi di memoria, mostra un’incredibile versatilità e precisione.

Equalizzatore grafico Ibanez GE 9

Il GE9 è un efficace equalizzatore a cinque bande con controllo di livello.

Boss SP-1 Spectrum

Questo Boss è un equalizzatore parametrico molto potente. Possiamo trovare Josh Klinghoffer ex Red Hot Chili Peppers e Billy Corgan degli Smashing Pumpkins come alcuni dei ben noti chitarristi che lo hanno usato.

Dispositivi Earthquaker Tone Job EQ

Un booster ed equalizzatore a 3 bande estremamente pratico e facile da usare.

Equalizzatore grafico Ibanez GE10

Questo Ibanez, molto simile al Boss GE-7, è un classico equalizzatore grafico. Molti chitarristi affermati lo hanno usato, tra cui John Mayer e Brendan Benson dei The Raconteurs.


Opportunità di pedali equalizzatore grafico e parametrico in Amazon Spagna:


Non hai ancora provato un pedale equalizzatore? Che cosa state aspettando?


Se vuoi puoi condividere opinioni di questa guida sui pedali equalizzatore o chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *