Les Paul: "Se non fai qualcosa, Fender conquisterà il mondo"

Condividi questo articolo su

La storia della rivalità di Fender e Gibson, Leo e Les Paul è appassionante, vi raccontiamo tutto sulla loro nascita, la loro amicizia e competizione.


I discorsi di Leo Fender, Les Paul e Paul Bigsby

Nel 1947, Leo Fender portò Paul Bigsby alla casa Les Paul di Hollywood, dove ascoltarono chitarristi country e occidentali e discussero su come la chitarra solid-body potesse combattere i problemi di volume e feedback. Nella primavera del 1951, Bigsby aveva già raggiunto l'obiettivo con la chitarra custom – Custom – perché Merle Travis e Fender avevano già in produzione la chitarra che presto sarebbe stata chiamata Telecaster. È qui che succede.

1948 Paul Bigsby Merle Travis Solid Guitar
1948 Paul Bigsby Merle Travis Solid Guitar


Il boom della chitarra Fender nel 1951

Nel 1951, curvo sulla sua scrivania negli uffici di Radio-Tel a Santa Ana, Don Randall, che anni dopo sarebbe diventato il presidente di Fender, assistette a un flusso di ordini per la nuova chitarra elettrica spagnola di Fender. A marzo ha registrato che aveva lavorato tre o quattro notti ogni settimana fino alle 22:30. m. ed era ancora in ritardo. Esausto ed eccitato quando May girò intorno, anche prima che le chitarre lasciassero la fabbrica con il nuovo nome Telecaster, Randall si vantava del flusso di ordini nelle lettere che inviava ai suoi venditori. Poi li ha spinti a vendere di più.

1951 Fender Esquire
1951 Fender Esquire

"La nostra chitarra spagnola viene venduta in quantità che ci sorprendono, ma non stiamo ancora suonando abbastanza"

Don Randall

Don Randall ha commentato la sua sorpresa per l'ammontare delle loro vendite, ma credeva ancora che non stessero ancora ottenendo risultati sufficienti. Alcuni rivenditori avevano ordinato la chitarra elettrica Fender per così tanto tempo che furono sorpresi quando arrivarono, ma la maggior parte si lamentò di non aver ricevuto le chitarre abbastanza velocemente. Il prezzo della chitarra Fender era di $ 189,50, più $ 39,95 per una custodia rigida. Quindi, la Telecaster era praticamente un affare e Fender infrangeva i record di vendita ogni mese. Tuttavia, Randall credeva che la società potesse funzionare anche meglio.


I grandi produttori ridevano delle chitarre solid body

Randall ricordava com'era stato attraversare fiere ed essere deriso dai più grandi rivali di Fender, vedendo la sua compagnia casualmente scartata per il solo sogno di una chitarra dal corpo solido. Ma c'era qualcosa che sapeva avrebbe messo a tacere quegli oppositori una volta per tutte.

Gibson ES-150, rilasciato nel 1946, chitarra elettrica a corpo cavo.
Gibson ES-150, rilasciato nel 1946, chitarra elettrica a corpo cavo


Quando Leo sognava che Les Paul fosse l'endorser della Telecaster

All'inizio del 1951 non ci sarebbe stato migliore testimonial o sponsor della nuova chitarra Fender di Les Paul, il "chitarrista elettrico" più popolare d'America. Mettere una Fender Telecaster nelle mani di Paul garantiva praticamente un alto volume di vendite e accettazione in tutto il paese, non solo in California e nel sud-est, dove Fender era già popolare.


Lo sciopero del Fender Master che non potrebbe essere

Sarebbe stato un colpo da maestro: strappare questo famoso chitarrista a compagnie affermate come Gibson ed Epiphone, i cui strumenti aveva sempre preferito. Don Randall sapeva che Leo e Les erano amichevoli, e sia Don che Leo volevano disperatamente che Les adottasse la Telecaster. Così una notte di metà giugno Randall viaggiò per cercare di realizzare il sogno.


Quando Les Paul ha testato la Telecaster

Randall ha scritto a un collega il 21 giugno 1951: "Ero a Los Angeles sabato sera e ho parlato con Les Paul. … Gli ho lasciato una chitarra e un amplificatore da provare questa settimana, e applicherà tutta la sua esperienza e poi mi darà la sua opinione. Forse saprai che usa uno dei nostri Super Amp da molto tempo. In effetti, sembra che ce l'abbia da oltre un secolo. Questa settimana proverà una chitarra Pro Amp e Telecaster, quindi il suo feedback sarà molto interessante ".

Fender Telecaster
Fender Telecaster

Randall diede a Les una Telecaster gialla traslucida a due pickup senza decalcomania con il nome e la data 05-10-51 – 10 maggio 1951 – fu incisa sul manico. Apparentemente, Les credeva che la chitarra fosse più un prototipo che un modello di produzione, il che più o meno confermava l'impressione di Randall che non ci si poteva aspettare che prestasse troppa attenzione né alla chitarra né all'uomo. chi glielo ha dato.


Les Paul, un magnifico chitarrista

Randall in seguito scrisse: "Questa è stata la prima occasione che ho avuto per incontrare Les e vederlo suonare dal vivo e credetemi, è un magnifico strumentista. (…) Tuttavia, sembra essere un po 'egocentrico. Mary Ford – la moglie di Les – è una persona molto gentile e di grande talento. Canta magnificamente e suona la chitarra meglio del 90 percento di tutti i musicisti di oggi ".

"(Les Paul) sembra essere un po 'egocentrico."

Don Randall

Les Paul e sua moglie Mary Ford

Egocentrica o no, la Les Paul era abbastanza importante che Randall attendeva con ansia il suo verdetto. Più tardi, ha ricordato loro che c'era una nota di Leo sulla Telecaster, in cui chiedeva "Guardala -alla chitarra- e pensaci". Era uno strumento che incarnava le idee che Les aveva così tanto sostenuto: una chitarra solid-body che mostrava la strada per il futuro.

Leo voleva il sostegno di Les, ma forse gli affari non erano il suo unico motivo. Leo avrebbe voluto mostrare al suo amico e rivale quello che stava facendo, vantarsi, solo un po ', nel modo discreto e pratico con cui faceva tutto.


Dalle idee folli a un prodotto di vendita enorme

I progressi e i miglioramenti di cui Les, Leo e Paul Bigsby avevano discusso in quei pomeriggi nel cortile di Les si riflettevano chiaramente e con forza sulla Telecaster. Quelle che erano state solo idee folli e quasi ragionate ora erano un prodotto commerciale, a un prezzo modesto, pratico nel design e disponibile nei negozi di musica a livello nazionale.

Avevano lavorato tutti allo stesso problema e Leo credeva di averlo risolto, non solo per i pochi ricchi professionisti, come Bigsby, ma per i chitarristi di tutto il mondo.

Pubblicità Fender Telecaster
Pubblicità Fender Telecaster


L'invito di Leo Fender a Les Paul

"Qui è dove sto andando" disse Leo a Les in quel momento, ricorda Les. "Ti piacerebbe venire e far parte di questo?" Credeva che entrare a far parte di Fender potesse essere una mossa intelligente. Leo aveva dimostrato la capacità di portare avanti un'idea radicale e controversa. La Telecaster era diventata una chitarra che i musicisti comuni potevano acquistare, una che era nettamente diversa da qualsiasi altra appesa in un negozio di musica. Ricorda loro che una partnership con Leo "sembrava una grande idea all'inizio".

Quindi iniziò a riflettere sulla sua lunga relazione intermittente con Gibson, le cui chitarre aveva amato fin dall'infanzia. La produzione nello stabilimento Fullerton, sebbene avesse un prodotto rivoluzionario, era ancora piccola. "Non c'era nessuna Fender allora", ha commentato Les a un intervistatore, il che, sebbene impreciso, suggerisce il magro impatto nazionale di Fender. "C'erano solo i piani di Leo."

Les Paul con il Nocaster che Leo Fender gli ha regalato.
Les Paul con il Nocaster che Leo Fender gli ha regalato.


Il rifiuto di Les Paul della Telecaster

Un decennio fa Gibson aveva rifiutato l'idea che Les aveva proposto con The Log o El Leño. All'epoca Les suonava principalmente Epiphones che aveva modificato lui stesso, ma sentiva ancora un legame con la prestigiosa fabbrica del Michigan.

Fondamentalmente, Les aveva anche deciso che in realtà non gli piaceva molto la Telecaster. Il suo audio era troppo chiaro e brillante per i suoi gusti. Il design era troppo semplice, semplice e poco attraente. La Fender era la chitarra dell'uomo comune e Les aveva sempre pensato a se stesso come straordinario.

The Log o El Leño de Les Paul
The Log o El Leño de Les Paul


Les Paul e la sua affinità con Gibson

Quando Leo è andato a chiedere a Les cosa ne pensasse dello strumento e ha sollevato la possibilità di un'approvazione, Les ha avuto cattive notizie per lui. "Ho detto a Leo, 'Wow, ho avuto un ottimo rapporto con Gibson in tutti questi anni, e loro fanno parte della più grande fabbrica di strumenti musicali del mondo, e vorrei provare di nuovo a progettare una chitarra con loro prima di fare una mossa. '".

Les semplicemente non era pronto a rinunciare a Gibson, anche se Gibson rise della sua ultima grande idea. Nella sua autobiografia, Les afferma che Leo comprese questa decisione. "Ha convenuto che non volevo intraprendere bruscamente un nuovo progetto".


La nascita della grande rivalità di Fender vs Gibson

Loghi Fender e Gibson
Loghi Fender e Gibson

Ma Les non si è limitato a rifiutare l'approvazione. Decise di utilizzare l'innovazione di Leo in un modo che avrebbe cambiato per sempre la loro relazione. Secondo la versione di Les, ha cercato di maneggiare la chitarra solid-body di Fender come un'influenza per convincere Gibson a realizzare il tipo di strumento che voleva. Dopo aver analizzato la Telecaster, Les afferma di aver chiamato Maurice H. Berlin, presidente della casa madre di Gibson, e gli ha parlato della chitarra.


La Fender Telecaster, la spinta perfetta per Les Paul e Gibson

"E se non fai qualcosa, Fender governerà il mondo."

Les Paul

In un incontro successivo, secondo Les Paul, Berlin gli chiese cosa pensava della chitarra Fender. Ha cercato di trasmettere l'idea al dirigente: "Penso che la chitarra solid body sarà molto importante", ha detto a Berlin. "E se non fai qualcosa, Fender governerà il mondo."

Un anno dopo, nel 1952, Gibson pubblicò la sua prima chitarra elettrica solid body, la Gibson Les Paul Standard Goldtop. Dando così vita alla grande rivalità "Fender vs. Gibson "

In questo modo, la Telecaster e Leo Fender sono servite da impulso per Les Paul e Gibson per creare la Gibson Les Paul. Qualche anno dopo apparirà anche la Stratocaster, con la quale si formerà la Santissima Trinità delle chitarre elettriche. Le tre chitarre più importanti nella storia della chitarra elettrica.

La Santissima Trinità delle chitarre classiche: Telecaster, Les Paul e Stratocaster
La Santissima Trinità delle chitarre classiche: Telecaster, Les Paul e Stratocaster


Questo articolo è basato sul libro The Birth of Loud: Leo Fender, Les Paul, and the Guitar-Pioneering Rivalry That Shaped Rock 'n' Roll, di Ian S. Port. In spagnolo: El Nacimiendo del Ruido: Leo Fender, Les Paul e la rivalità dei pionieri della chitarra che hanno plasmato il Rock 'n Roll. Libro sulla nascita della chitarra elettrica solid body che comprende non solo Leo e Les, ma anche Paul Bigsby, Merle Travis, Muddy Waters e altri pionieri del nuovo strumento.


Puoi condividere opinioni o chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o Facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Condividi questo articolo su

Guitarriego

Siamo un team di chitarristi e bassisti appassionati di insegnamento della musica, test di strumenti e apparecchiature relative a chitarra e basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *