I migliori consigli per microfonare il tuo amplificatore per chitarra

Comparte este artículo en

Per registrare la tua chitarra hai solo bisogno di alcune conoscenze, un buon microfono e i consigli di questa guida su come microfonare il tuo amplificatore per chitarra.


Cosa considerare quando si registra una chitarra?

Quando microfoni un amplificatore per chitarra, devi avere alcune considerazioni di cui tenere conto, vediamo le principali.

  • Microfono o microfoni che useremo
  • Tipi e differenze di microfono
  • Impatto dei modelli polari del microfono
  • Posizionamento e posizionamento del microfono

Vediamo ciascuno dei punti in modo più dettagliato.

Tipi di microfoni

  • Dinamico -Dinamico-
  • Condensatore -Condensatore-
  • Nastro -Nastro-

Vediamo le principali caratteristiche, vantaggi e svantaggi di ogni tipologia di microfono.


Microfono dinamico o dinamico

Quando si tratta di microfoni multiuso, i microfoni dinamici sono lo standard. Sono adatti per voce, registrazioni di batteria, amplificatori per chitarra ideali e praticamente qualsiasi cosa. Il motivo è dovuto alla sua costruzione robusta e alla sua capacità di gestire alti livelli di pressione sonora (SPL).

I microfoni dinamici sono robusti e relativamente economici rispetto ad altri tipi di microfoni. Il microfono più popolare e ampiamente utilizzato è lo Shure SM57. È uno standard di mercato, con un ottimo rapporto qualità / prezzo. Centinaia di canzoni classiche e iconiche sono state registrate con l'SM57.


Vantaggi e svantaggi dei microfoni dinamici o dinamici

Vantaggi: sono predisposti per sopportare senza problemi elevati livelli di pressione sonora. Ideale per microfonare amplificatori per chitarra. Sono economici. Inoltre, non richiedono alimentazione phantom -Phantom power-.

Svantaggi: non hanno il livello di dettaglio e la ricchezza di frequenze dei condensatori, il che non è sempre negativo.


Microfono a condensatore o condensatore

I microfoni a condensatore sono più sensibili e offrono un po 'più di sfumature su tutta la gamma di frequenze, accentuando alcuni aspetti del tono di uno strumento che potrebbero mancare in un microfono dinamico. Ciò è dovuto alla sensibilità del microfono e alla capacità di catturare maggiori dettagli su una gamma di frequenze più ampia. Per le voci e gli strumenti acustici, sono molto più favorevoli. Richiedono l'alimentazione phantom, che dà al segnale una leggera spinta.

I microfoni a condensatore resistono a livelli di pressione sonora elevati, ma sono leggermente più sensibili di quelli dinamici. L'esposizione a un forte SPL può rompere il microfono. A causa di quanto precede, è necessario prestare maggiore attenzione e considerazione per il posizionamento del microfono. Inoltre, i condensatori tendono ad essere un po 'più costosi di quelli dinamici, ma senza essere estremamente costosi.


Vantaggi e svantaggi dei microfoni a condensatore o condensatore

Vantaggi: sono progettati per avere un alto livello di dettaglio in tutte le frequenze, fornendo più bassi, medi e alti. Sono preparati per sopportare alti livelli di pressione sonora sebbene abbiano un certo limite. Eccellente per audio puliti e acustici.

Svantaggi: potrebbe non essere uno svantaggio, ma per funzionare hanno bisogno di alimentazione phantom -Phantom power-, cioè da collegare a 48 volt. Per audio saturi possono essere troppo dettagliati.


Microfono a nastro

La tecnologia del nastro può essere fatta risalire ai primi giorni dei microfoni. I microfoni a nastro sono acclamati per il loro caldo suono vintage. Sono perfetti quando è necessario arrotondare gli alti eccessivi. I microfoni a nastro producono naturalmente un perfetto modello a otto direttività – spiegato di seguito – e rispondono bene all'equalizzazione.

Sebbene i microfoni a nastro di oggi non siano fragili come una volta, sono comunque più facili da danneggiare rispetto ai microfoni dinamici oa condensatore.

Un altro problema importante è che con i microfoni a nastro non è mai necessario utilizzare l'alimentazione phantom 48v. Questo può rovinare il nastro.


Vantaggi e svantaggi dei microfoni a nastro o a nastro

Vantaggi: sono considerati i migliori per gli audio vintage. Consentono frequenze alte dolci e rotonde. Inoltre, non richiedono alimentazione phantom -Phantom power-. Catturano l'audio o l'effetto ambientale.

Svantaggi: richiedono un alto livello di guadagno del preamplificatore, se non hai un buon preamplificatore nella tua interfaccia audio, diventerà molto rumoroso. Sono estremamente costosi. Non supportano livelli elevati di pressione sonora.


Che impatto hanno i modelli polari del microfono?

I modelli polari indicano da dove o in quale zona i microfoni raccolgono il segnale. Questo può fare una grande differenza nella registrazione della registrazione che acquisisci. Ogni microfono ha un modello polare unico, che è la direzione in cui vengono catturate le sorgenti sonore.

Pertanto, un microfono altamente direzionale sarà più concentrato, riducendo l'area da cui raccoglie il suono. Se è omnidirezionale, cioè raccoglie i suoni da ogni parte, allora raccoglierà le onde sonore dalla sorgente sonora, così come i riflessi o i rimbalzi dalle superfici intorno alla stanza, stanza o ambiente.

Normalmente, per la registrazione delle chitarre, si cerca di ottenere quasi esclusivamente il suono dal cabinet, motivo per cui quelli direzionali sono i più utilizzati. Tuttavia, in ambienti di installazione come gli studi, i microfoni che raccolgono anche le onde ambientali possono essere utilizzati per ottenere altri audio.


Tipi di modelli polari


Schemi cardioidi o direzionali

In termini più semplici, i modelli cardioidi sono direzionali e raccolgono i suoni direttamente di fronte a loro. I microfoni dinamici come l'SM57 ne sono un ottimo esempio. I microfoni supercardioidi e ipercardioidi riducono ulteriormente la messa a fuoco. Se non vuoi raccogliere il suono dalla stanza o dall'ambiente, i cardioidi sono la strada da percorrere.


Omnidirezionale

I microfoni omnidirezionali sono eccellenti per microfoni remoti e per captare il suono nella stanza o nell'ambiente, consentendo un audio più ricco purché il suono ambientale sia controllato. Serve anche per registrare diversi strumenti senza la necessità di un microfono per ciascuno. Utilizzato in combinazione con un microfono cardioide, come microfono ravvicinato, l'omni offre un sottile bilanciamento ambientale per una cattura più completa della risposta dell'amplificatore all'interno della stanza o dell'ambiente.


Bidirezionale o "Figura 8"

Il microfono bidirezionale cattura l'audio dalla parte anteriore e posteriore, ma non dai lati o dai lati. È anche chiamato "Figura 8" a causa della forma del motivo. In questo modo, può captare la sorgente sonora direttamente -in fronte-, così come i riflessi del suono che rimbalza sul muro -dietro-. Per ottenere un po 'di audio ambientale o ambientale nella registrazione senza utilizzare una configurazione a due microfoni, direzionale e omni, funzionerà bene.


Come posizionare il microfono davanti all'amplificatore per chitarra?

Quando si tratta di posizionare il microfono davanti all'amplificatore per chitarra, ci sono alcuni consigli da considerare per un buon microfono.

Al centro dell'altoparlante c'è l'audio più nitido e più ti allontani dal centro, più rotonde saranno le alte frequenze. D'altra parte, più ci si avvicina all'altoparlante, più bassi e bassi si ottengono, più si va avanti, questi vengono diluiti, allo stesso tempo, più si ottiene un suono ambientale.


Suggerimenti per individuare un microfono con un pattern cardioide o direzionale:

  • Punta il microfono verso l'altoparlante che suona meglio. Potrebbe sembrare sciocco, ma in un cabinet o cabinet 2×12 o 4×12 probabilmente c'è un altoparlante che suona meglio degli altri.
  • Puntare il microfono a metà strada tra il centro del cono dell'altoparlante e il suo bordo, lasciando uno spazio di circa 1 cm dal bordo del microfono e dalla griglia dell'altoparlante.
  • Quando si desidera ridurre la risposta dei bassi, allontanare il microfono fino a trovare il punto ottimale.
  • Per aumentare la risposta in frequenza medio-alta, avvicinare il microfono al centro del cono dell'altoparlante.
  • Se stai cercando di abbassare i medi, sposta il microfono verso il bordo dell'altoparlante.
  • Non aver paura di spostare il microfono: sperimenta diverse posizioni e distanze per trovare la tua posizione perfetta. Ma questi movimenti devono essere piccoli poiché le variazioni sono grandi.
  • Se ne hai la possibilità, usa un looper mentre apporti le regolazioni alla posizione del microfono. In questo modo, puoi avere un riferimento in tempo reale sui cambiamenti nella risposta del microfono.


Prova tutto tranne rompere il microfono

Non c'è niente di giusto o sbagliato quando si tratta di microfonare l'amplificatore, tranne quando si tratta di sovraccaricare il microfono a causa di SPL troppo alti. 


Puoi condividere opinioni o anche chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o Facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Comparte este artículo en

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *