Effects Loop o FX Loop: considerazioni e suggerimenti

Condividi questo articolo su

Di Eric Jacobs (*)


Effects Loop o FX Loop, uno strumento estremamente pratico quando si cerca una varietà di audio. Ti diciamo cosa considerare in modo che non diventi un mal di testa quando metti insieme il tuo suono.


Cos'è FX Loop o FX Loop?

Il loop effetti o loop FX è in realtà una separazione in blocchi dell'amplificatore, dove è diviso in preamplificatore e amplificatore di potenza. L'input è l'ingresso del preamplificatore e il Send è il suo output. Il Return è l'ingresso dello stadio di potenza e la sua uscita è il collegamento agli altoparlanti. Poiché Input, Send e Return possono essere collegati ai pedali, lo stesso livello di segnale viene gestito in tutti questi punti: nell'ordine di -10dBm. In questa partizione possiamo inserire i pedali tra la mandata e il ritorno e in questo modo rimangono dopo il pre nella sequenza audio. Pertanto sono punti di segnale a basso livello suscettibili alla cattura del rumore.


Rapporto segnale-rumore

È qui che è importante il parametro del rapporto segnale / rumore. È impossibile eliminare completamente il rumore, ma se abbiamo un buon rapporto segnale / rumore, non ci disturberà più tanto, si sentirà solo nei silenzi audio, che possono essere puliti con un noise gate.


Circuiti di massa

Dato che l'amplificatore è a pochi metri dalla nostra pedaliera, dobbiamo portare il segnale dalla pedaliera all'ingresso, poi di nuovo da Send alla pedaliera e infine di nuovo al Return dell'amplificatore. Questi tre cavi hanno la stessa lunghezza e devono essere schermati perché gestiscono il segnale, il che implica che la loro schermatura deve essere collegata a terra. Se ci pensiamo un po ', ci rendiamo conto che stiamo causando un grande loop di massa con questi cavi. In effetti ci sono tre loop.

Effects Loop o FX Loop di un Mesa Boogie.
Effects Loop o FX Loop di un Mesa Boogie.


Cos'è un loop di massa?

Un anello di massa è un anello di massa chiuso in cui è possibile indurre correnti alternate di grandi valori a causa dei trasformatori vicini che irradiano un flusso magnetico vagante.

Ma la quantità di induzione dipende più dall'area del loop che dalla lunghezza dei cavi. Quindi il modo per ridurre l'induzione è impacchettare tutti e tre i fili – o quattro se includiamo il cavo di controllo del canale, ecc. dell'amplificatore in modo che i cavi non racchiudano l'area o la superficie tra di loro. Questo può essere fatto con nastro adesivo, sigilli frequenti o un contenitore speciale sotto forma di una molla piatta che viene a fare questo. Per facilitare i collegamenti è necessario etichettare ciascuna delle spine ad entrambe le estremità.


(*) L'autore è il rinomato produttore di amplificatori, pedali e altri prodotti “Jake Amps”.

Fonte: https://www.noujautronica.com.ar/blog/author/Eric-Jacobs


Puoi condividere opinioni o chattare su questo e altro con altri musicisti nel nostro forum: https://guitarriego.com/foro/

Seguici anche su Instagram @guitarriego o Facebook: https://m.facebook.com/guitarriego/


Condividi questo articolo su

Guitarriego

Siamo un team di chitarristi e bassisti appassionati di insegnamento della musica, test di strumenti e apparecchiature relative a chitarra e basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *